TORTA DI MANDORLE E RICOTTA

Autore: Alba.

Ingredienti:

pasta frolla (vedere ricetta base)

per il ripieno:

450 gr di mandorle lessate e spellate, abbrustolite e finemente tritate

350 gr di ricotta passate al setaccio

650 gr. di zucchero

1 cucchiaino di cannella in polvere macinato di fresco

75 centilitri di latte

4 tuorli d’uova

4 bianchi d’uova montati a neve

Procedimento:

mettere tutti gli ingredienti nel frullatore (tranne i bianchi d’uovo montati a neve a parte), versare in una ciotola, aggiungere i bianchi e versare in una teglia da forno foderata di un sottile strato di pasta frolla. Mettere in forno caldo a 160° per 45 m. circa. Togliere dalla teglia ancora tiepida, far raffreddare e prima di servire cospargere di zucchero a velo vanigliato.

PASTA FROLLA SENZA UOVA

Autore: Alba.

Ingredienti:

250 gr di farina 00

125gr di burro

90 gr di zucchero a velo

qualche cucchiaio di acqua ghiaccia

un pizzico di sale

Procedimento:

mettere la farina sul piano di lavoro, fare a pezzettini il burro, lavorare velocemente con le mani la farina con il burro fino ad ottenere dei grumi. Mettere al centro dell’impasto lo zucchero con qualche cucchiaio di acqua gelida, il pizzico di sale e sciogliere gli ingredienti con la forchetta. Amalgamare velocemente con la punta delle dita, assemblare per formare una palla. Rompere sbriciolando per due volte l’impasto e ricomporre la palla. Lasciare riposare tutta la notte la pasta in frigorifero chiusa in un sacchetto di plastica.

FRITTELLE DI RICOTTA

Autore: Elisa di Teramo.

Ingredienti:

500 gr di ricotta;

4 uova;

4 cucchiai di zucchero semolato;

un pizzico di cannella in polvere;

un po’ di farina;

zucchero a velo;

olio per friggere.

Battere 3 delle 4 uova, incorporarvi la ricotta setacciata, lo zucchero semolato e la cannella e formare delle polpettine di 3-4 cm di diametro.

Battere l’ultimo uovo, passare le polpette nella farina e poi nell’uovo battuto e friggerle in abbondate olio d’oliva.

Servire spolverizzate di zucchero a velo.

 

 

cicirchiata

Autore: Dino.

Ingredienti:

  • 3 uova;
  • 3 cucchiai d’olio d’oliva;
  • 350 gr circa di farina di grano tenero;
  • 1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone;
  • Olio per friggere;
  • Una manciata di mandorle tostate;
  • 200 gr di miele;
  • 50 gr di zucchero.

 

In una terrina sbattere le uova, aggiungere l’olio e la buccia di limone ed amalgamare e, continuando a sbattere, aggiungere gradualmente la farina e lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ma sufficentemente consistente per farne dei rotolini molto sottili (3-4 mm). Tagliare i rotolini a pezzetti della grandezza di piccoli ceci, aiutarsi con un po’ di farina perchè non si attacchino.

Friggere in abbondante olio d’oliva e scolare su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

In una pentola sciogliere lo zucchero ed il miele fino a quasi caramellare, spegnere la fiamma ed aggiungere i “ceci” e le mandorle, amalgamare ed accomodare il tutto su un piatto di portata dando la forma classica a ciambellone.

Note:

  • Per dare forma bagnarsi le mani;
  • Se piace si puo’ aggiungere, al miele, un po’ di cannella in polvere;
  • La quantita’ di farina puo’ variare anche del 10% (la quantita’ è quella che l’impasto richiede per la giusta consistenza);
  • I “ceci” devono essere piccoli, si gonfieranno durante la cottura.

CANTUCCI D’ABRUZZO

Autore: Dino.

Ingredienti:

·      550 gr di farina

·      5 cucchiai di olio

·      5 uova

·      500 gr di mandorle

·      500 gr di zucchero

·      un cucchiaino di scorza di limone grattugiata


Sbattere in una terrina le uova con lo zucchero, aggiungere l’olio e, gradualmente, la farina e, quindi, gli altri ingredienti. Mescolare grossolanamente, fare dei rotolini di circa 4 cm di diametro e disporli su una teglia. infornare per circa 25 minuti a 160°. Togliere la teglia dal forno e dopo qualche minuto tagliare i rotolini a “cantuccini” di spessore di circa 1 cm. Posizionare i dolcetti di piatto sulla teglia ed infornare di nuovo per circa 20 minuti o finché i cantuccini non risultino dorati e le mandorle appena tostate.

I rotolini al taglio devono risultare appena colorati all’esterno ed ancora morbidi all’interno. Per la quantità indicata avrete bisogno, nel forno classico di casa, di reinfornare due volte; potete fare l’operazione anche a più riprese ed in tempi successivi.

La consistenza dei rotolini deve essere tale che una volta infornati non si appiattiscano troppo. Per evitare che l’impasto si attacchi alle mani nella formazione dei rotolini basta bagnarsele leggermente.

Se piacciono più friabili si può aggiungere una puntina di lievito per dolci.

SANGUINACCIO

Autore: Dino.

Ingredienti:

un litro di sangue di maiale;

un litro e mezzo di latte;

80 gr di strutto;

80 gr di farina;

200 gr di cacao amaro;

1500 gr di zucchero;

4 rossi duovo;

un pizzico di cannella in polvere;

la buccia di mezzo limone a pezzi.

Amalgamare tutti gli ingredienti in una pentola che, a sua volta, sarà posta dentro un’altra pentola più capiente e con dentro dell’acqua. Mettere sul fuoco fino ad ebollizione (cottura a bagnomaria) e continuare la cottura, mescolando continuamente, fino ad ottenere la consistenza di una crema.

lasciar raffreddare e conservare al freddo per qualche giorno.

Spalmato sul pane il sanguinaccio era la merenda abituale dei ragazzi nel mese di gennaio quando, rigorosamente in luna calante, i maiali venivano ammazzati e trasformati in salsicce, salami, pancetta ecc. e nulla si buttava. Il sangue, appena raccolto, veniva immediatamente additivato di sale e mescolato energicamente per evitarne la coagulazione.

 

 

 

 

TORTA DI MANDORLE

Autore: Dino.

Ingredienti:

5 uova;

500 gr di zucchero;

100 gr di cacao amaro;

100 gr di burro;

100 gr di margarina;

150 gr di mandorle abbrustolite e tritate grossolanamente;

1 bicchiere di latte;

250 gr di farina “00”;

1 bustina di lievito per dolci.

 

Battere le uova con metà dello zucchero; mescolare l’altra metà dello zucchero al cacao. Scaldare il latte senza farlo bollire e sciogliervi burro e margarina. Unire il tutto, amalgamare e versare nello stampo. Infornare a 180° per i primi 10 minuti e continuare la cottura a 160° per altri 40 minuti.